#ExperienceRBS: “Ciò che mi ha convinta ad iscrivermi è la visione Better Managers for a Better World”

Rome_Business_School

Abbiamo incontrato Giuseppina Cacciotti, studentessa della Rome Business School del Master in HR & Organization in occasione del completamento del suo Capstone Project; il progetto finale in cui gli studenti risolvono una problematica di business che coinvolge una top company del loro settore, lavorando in gruppo.

Puoi dirci qualcosa di te?

Mi chiamo Giuseppina Cacciotti e sono nata in Italia nel 1989. Vivo a Lisbona dal 2019 e lavoro da gennaio 2020 nel settore del recruiting.

I fell in love with this industry because I was lucky to meet the manager in which I started my first experience as a recruiter: she is a strong woman with great professional and human values. 

Mi sono innamorata di questo settore perché ho avuto la fortuna di incontrare la manager con cui ho iniziato la mia prima esperienza come recruiter: è una donna forte con grandi valori professionali e umani. 

Perché hai scelto la Rome Business School?

A un certo punto, cercando di arricchire il mio background accademico, ho deciso di trovare un posto dove potessi costruire nuove conoscenze, ma non solo: volevo crescere professionalmente in una scuola dove l’importanza delle “soft skills” fosse un valore fondamentale.

Quindi, cercando tra le migliaia di proposte online, ho trovato Rome Business School: era novembre 2020.  Cosa mi ha convinto a iscrivermi al “Master of HR & Organization” nel gennaio 2021? Semplicemente il motto: “Better Manager for a Better World”. 

Poi, nell’aprile 2021, ho iniziato i corsi, e con un piccolo gruppo di studenti internazionali, abbiamo consegnato il progetto Capstone il 24 febbraio 2022.

Cosa ti ha insegnato il Capstone Project?

Il capstone mi ha insegnato l’importanza della determinazione: costruire un “progetto” non significa solo usare conoscenze tecniche, ma significa soprattutto avere un forte desiderio di vedere un sogno realizzato. Significa vedere qualcosa che non era concreto diventare vero. Reale. 

Senza dubbio, ho amato il mio lavoro per questo progetto perché mi sono collegata con la realtà per la prima volta nella mia carriera accademica: dati statistici, ricerche dettagliate, obiettivi concreti. Inoltre, perché era un argomento legato alla mia patria, che è piena di bellezza e unicità.

Inoltre, nel capstone, ero la “protagonista” del progetto! Infatti, con gli strumenti forniti durante le lezioni, ho avuto la possibilità di applicare veramente ciò che ho imparato.

Allo stesso modo di quando guardi un video su YouTube per fare torte: vedi gli ingredienti, quello che ti serve, i passi. Bel video, bella torta… ma solo quando la fai, solo quando è pronta, solo quando la assaggi, sei soddisfatto del TUO LAVORO e del TUO RISULTATO.

Tuttavia, la parte più difficile è stata la creazione della squadra. Sono stata designata caposquadra, ed è stata un’enorme responsabilità. Ho imparato che per avere un buon risultato con un progetto, devi entrare in empatia con tutti i partecipanti, ma allo stesso tempo, devi impegnarti per il risultato richiesto. Quindi, questo è stato il mio approccio per superare il problema: il raggiungimento di un obiettivo comune.

Cosa ti lascia la Rome Business School?

Se la gente mi chiedesse cosa significhi RBS per me, lo descriverei in un solo modo: il desiderio persistente di migliorare me stessa.

Lavorare e studiare, studiare in un’altra lingua, avere 0 conoscenze su alcuni argomenti, corsi online, pandemia, affrontare culture diverse, ma alla fine ce l’ho fatta!  

Inoltre, ho apprezzato il corso iniziale sulla “Gestione del tempo”, le lezioni sul “Digital Marketing”, il modulo sulla “Gestione dei talenti”, quello sulle “Relazioni con i dipendenti” e quello che ho seguito con più passione su “Tendenze, sfide future & pratiche innovative nelle risorse umane”. L’ultimo modulo è stato fondamentale: La professoressa Gloria Meneghini ci ha riunito come gruppo, come professionisti e come esseri umani. La ringrazio di cuore perché mi ha permesso di vedere il volto della Professionalità con la P maiuscola. 

Al giorno d’oggi, è importante avere dei modelli in cui ci si possa riconoscere e che si voglia seguire perché si ha un obiettivo comune: un mondo migliore.  

E i tuoi obiettivi di carriera?

Ora voglio crescere professionalmente nel mondo delle risorse umane. Questo significa tutto per me: costruire connessioni, fornire opportunità, speranza e vedere i sogni delle aziende che investono nel talento diventare realtà.

Cosa diresti alla te stessa prima del master e quali consigli daresti ai tuoi colleghi studenti?

1) Concentrati sul tuo obiettivo: questo è il percorso che hai scelto per te stesso, in cui devi credere.

2) Non pensare mai di non essere abbastanza bravo: puoi contribuire con la tua unicità. Anche se sei stanco, anche se dubiti di non farcela, devi credere in tutte le cose belle che puoi imparare e nelle persone incredibili (professori e colleghi) che puoi avere la possibilità di incontrare. Puoi solo arricchire il tuo background!

3) Manager migliori per un mondo migliore: non dimenticare mai perché hai scelto RBS!

© Rome Business School. All rights reserved.

Privacy Policy - Cookie Policy
Richiedi informazioni