Rome Business School Research Center è l’area della scuola dedicata allo studio ed approfondimento di tematiche di varia natura con respiro e visione internazionale, elemento distintivo dell’anima della Business School.

Rome Business School Research Center raccoglie pubblicazioni e studi, effettuati di specialisti provenienti da vari settori del Business, Attualità, Politica, Sviluppo e Tecnologia con la finalità di divulgare informazione e promuovere una comunità di apprendimento globale, che crei opportunità di crescita economica e personale attraverso il  coinvolgimento di tutti i suoi studenti,  alumni e docenti.


Direttore del Centro ricerca: Valerio Mancini

Analista e politologo esperto di relazioni internazionali

Attualmente collabora con l’Accademia Internazionale per la Sicurezza e la Difesa, MASTERY, recentemente nominato Direttore del Dipartimento di Criminalità Trans-nazionale presso il MISAP – Multidisciplinary Institute for Security management and Antisociality Prevention.

Ha lavorato come ricercatore per l’Istituto Interregionale delle Nazioni Unite per la Ricerca sul Crimine e la Giustizia (UNICRI – Torino e Roma), come consulente per l’Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine (UNODC – Bogotá e Vienna) e per l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE – Parigi) e come analista presso il MAOC (N), Centro di Analisi ed Operazioni Marittime (Narcotici) con sede a Lisbona. È stato assistente del Ministro Plenipotenziario presso la Rappresentanza permanente d’Italia all’OCSE, volontario per diverse ONG e Fondazioni per lo sviluppo di progetti sociali legati alla prevenzione del crimine e alla diffusione della cultura della legalità in America latina. Ha collaborato come fundraiser con il Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO ed è stato Co-fondatore dell’associazione “BluAction.org”, legata alle tematiche di sostenibilità ed ha lavorato per diversi centri di ricerca in Italia e all’estero.

Ha partecipato alla creazione della rete di imprese “L’AIK” impegnate nella ricerca di fondi e sviluppo di progetti per il settore pubblico e le PMI nel cratere sismico abruzzese e, come export manager, ha partecipato a numerose missioni imprenditoriali all’estero.

Precedenti studi accademici:
LL.M. in “Cooperazione internazionale contro la criminalità organizzata transnazionale”
M.A. in “Sicurezza economica, geopolitica e intelligenza”
M.A. in “Relazioni internazionali e integrazione europea”mDottore in lettere in “Scienze politiche e relazioni internazionali”

Download the Report

Smart working and gender gap, Le due grandi sfide del futuro del lavoro.

Marzo 2020

Il mondo sta cambiando alla velocità della luce. La digitalizzazione, la globalizzazione e i cambiamenti demografici stanno avendo un profondo impatto sulla nostra vita, sulle nostre culture, sulle nostre società

Andamento della spesa farmaceutica. Trend Internazionali, Nazionali e Regionali.

Aprile 2020

L’uso globale dei medicinali è uno dei principali fattori, in grado di influenzare l’andamento della salute pubblica globale. La capacità pratica di misurare tale uso in modo tempestivo e generalizzato, fornisce una finestra unica sull’andamento ed il funzionamento dei sistemi sanitari di tutto il mondo.

Come cambia l’alimentazione in Italia e nel mondo ed i principali trend di un settore chiave per l’economia nazionale

Giugno 2020

Le tendenze globali, l’andamento ed il giro d’affari dei prodotti Made in Italy, le nuove abitudini dell’alimentazione funzionale, i cambiamenti del settore food ai tempi del Covid-19 e le sfide future, a cominciare dalla lotta all’obesità, il cui contenimento potrebbe prevenire 688 mila malattie non trasmissibili entro il 2050, far risparmiare 278 milioni di euro all’anno in spesa sanitaria e far aumentare l’occupazione e la produttività di una quota pari a 18 mila lavoratori a tempo pieno.

Tendenze demografiche in Italia e nel mondo

Luglio 2020

Fermare la fuga dei cervelli, attrarre talenti dall’estero, costi economico – sociali , trend e proposte nella ricerca della Rome Business School. L’Italia, già Paese più vecchio d’Europa, perderà circa 7 milioni di abitanti, l’11% della sua popolazione nei prossimi 50 anni, complice soprattutto il calo della natalità acuitasi con il diffondersi della pandemia con 10.000 nati tra quest’anno e il 2021, e l’esodo giovanile. Una fuga dei cervelli che costa ogni anno allo Stato 30 miliardi di euro di cui 165mila euro a famiglia. Internazionalizzare il sistema educativo superiore, puntare sull’insegnamento in lingua inglese e sull’e-learning alcune delle ricette segnalate dal Rapporto di Rome Business School per arginare il fenomeno e ripartire dalla competenza.

IL PALLONE FORATO IL CALCIO, LA GEOPOLITICA E GLI SCENARI POST COVID19

Agosto 2020

Perché una nazione organizza un grande evento calcistico? Quali sono i campionati più redditizi? Quale ruolo ha il calcio nello scacchiere geopolitico? Come mai il football non si è fermato del tutto nemmeno di fronte ad una crisi globale senza precedenti? Quale sarà l’effetto dell’emergenza sanitaria da COVID-19 sul business del calcio nei prossimi anni? Ricerca di Valerio Mancini (Rome Business School – Research Center Director) ed Alessio Postiglione, coordinatore del master in Political Marketing and Communication.