Come superare al meglio un colloquio di lavoro

Il colloquio, il momento più importante, dove finalmente puoi dare voce al tuo CV e farti conoscere davvero. Ricorda, in questi casi la prima impressione è sempre quella che conta di più! Quindi bisognerà fare del proprio meglio per prepararsi all’evento nel modo migliore.

Una volta arrivati al colloquio di lavoro è bene essere molto bene informati sull’azienda da cui vorremmo essere assunti. È bene quindi studiare le caratteristiche di quest’ultima, vestirsi appropriatamente e mostrare una certa determinazione e professionalità ma i primi che dovranno credere in questo siamo noi stessi.

Ecco alcuni suggerimenti pratici per ottenere un risultato ottimale sia dal primo colloquio:

1. Analizza la tipologia di lavoro per la quale stai facendo domanda in relazione al tuo profilo personale

Una parte importante della preparazione di un colloquio è dedicare del tempo all’analisi della posizione di lavoro per cui ti sei candidato e puoi farlo leggendo attentamente l’annuncio. Mentre esamini la descrizione del lavoro scelto, considera ciò che l’azienda sta cercando in un candidato. Fai un elenco delle abilità, conoscenze, qualità professionali e personali richieste dal datore di lavoro e quelle che sono fondamentali per avere successo nel lavoro.

Dopo aver creato un elenco delle qualifiche richieste, fai un elenco delle tue risorse associandole ai requisiti richiesti dalla posizione. Questi potrebbero includere: abilità, qualità, certificazioni, esperienze, qualifiche professionali, abilità, competenze informatiche, puoi utilizzare alcune di queste risorse anche quando spieghi al datore di lavoro perché sei particolarmente adatto/a a quella posizione.

Pensa inoltre ad alcuni esempi di esperienze precedenti che mostrano come hai sfruttato queste qualità. In questo modo, se l’intervistatore ti chiede di descrivere un momento in cui hai dimostrato una particolare abilità, saprai cosa rispondere.

Rivedi i requisiti richiesti dal lavoro, il tuo elenco di risorse e i tuoi esempi prima del colloquio, in questo modo sarai pronto a parlarne fluentemente. Questa preparazione ti aiuterà a rispondere alla maggior parte delle domande tipiche poste durante un colloquio di lavoro, queste sono progettate per determinare se hai le conoscenze, le abilità e le qualità necessarie per svolgere il lavoro.

2. Raccogliere informazioni sull’azienda

Prima di andare ad un colloquio di lavoro, è importante scoprire il più possibile non solo sul lavoro ma anche sull’azienda che sta cercando nuovi profili. In questo modo potrai scoprire di più sulla cultura e sugli scopi dell’azienda sulla sua missione e sui suoi valori. La ricerca aziendale è una parte fondamentale della preparazione per un colloquio, in questo modo sarai in grado di prevedere alcune delle domande che l’intervistatore potrebbe farti durante l’incontro e di adattare le tue risposte per essere il più vicino possibile all’essenza del azienda. Conducendo una ricerca sull’attività di assunzione, sarai anche in grado di scoprire se l’azienda e la sua cultura sono adatte a te.

3. Esercitati per il colloquio:

Prenditi del tempo per esercitarti a rispondere alle domande che probabilmente ti verranno poste durante il colloquio di lavoro. Questo non solo ti aiuterà a essere preparato, ma anche a calmare i nervi non essendo sprovvisto di risposte.

Esercitati per il colloquio con un amico o un familiare. Cerca sempre di mettere in scena delle situazioni diverse, ad esempio se si tratta di un meeting conoscitivo telefonico è bene esercitarsi al telefono. Rivedi sempre le domande e le risposte più comuni, pensa a come rispondere in modo pronto e convinto.

Agire correttamente per il colloquio è fondamentale. Ricorda di salutare sempre tutti coloro che incontri prima del colloquio in modo educato, piacevole ed entusiasta. Fai attenzione al linguaggio del tuo corpo, stringi la mano con fermezza e guarda sempre negli occhi quando parli. Presta attenzione e sii interessato. Questi suggerimenti sull’etichetta del colloquio di lavoro ti aiuteranno a fare la migliore impressione sul responsabile delle assunzioni.

4. Seleziona l’abigliamento adeguato

Quello che indossi durante un colloquio è di fondamentale importanza, non aspettare l’ultimo minuto per assicurarti che i vestiti che hai scelto di indossare siano appropriati. Pensa ad un completo formale ma non troppo elegante de tenere pronto per essere indossato in qualsiasi momento, così non dovrai sempre pensare a cosa indosserai. Non fa male nemmeno provare l’abito in anticipo. 

Quindi seleziona l’abbigliamento per il giorno del colloquio e preparalo, se ti stai candidando per una posizione professionale, vestiti di conseguenza con abiti da lavoro, se per un lavoro in un ambiente più informale, come un negozio o un ristorante, è comunque importante essere puliti, ordinati e ben curati presentando un’immagine di se positiva al datore di lavoro.

5. Arrivare in tempo e preparati

È importante capire in anticipo dove andare ed il tempo necessario per raggiungere il luogo del colloquio. In questo modo eviterai di essere in ritardo e minimizzerai ogni tipo di imprevisto. Utilizza Google Maps o un’altra app per ottenere indicazioni stradali se non sei sicuro di dove stai andando. Programma il GPS, se ne hai uno, in modo da poter trovare il percorso migliore per raggiungere l’azienda. Controlla il parcheggio e se hai del tempo, è una buona idea fare una prova pratica un giorno o due prima del colloquio. In questo modo sarai sicuro di dove stai andando e quanto tempo impiegherai per arrivarci. Concediti qualche minuto in più e arriva un po ‘in anticipo al colloquio.

6. Ascolta

Durante un colloquio di lavoro, ascoltare è importante quanto rispondere alle domande. Se non presti attenzione, non sarai in grado di dare una buona risposta. È importante ascoltare attentamente l’intervistatore prendendosi del tempo, se necessario, per comporre una risposta appropriata.  Sii pronto a impegnarti in una conversazione in cui dare ed averehanno la stessa importanza, costruirai così una relazione con l’intervistatore piuttosto che fornire solo risposte meccaniche alle domande. Prepara delle tue domande da porre all’intervistatore, queste dovrebbero essere autentiche e spontanee quanto più possibile.

7. Follow-up con una nota di ringraziamento

Segui il colloquio di lavoro con una nota di ringraziamento in cui ripeti il ​​tuo interesse per quel lavoro. Ribadisci il tuo interessamento alla posizione e quali sono le tue qualifiche, come potresti dare un contributo significativo all’azienda e quanto questo può aiutarti a crescere personalmente e professionalmente. Questa lettera di ringraziamento è anche un’occasione perfetta per far ricordare al reclutatore di te.