Maison Luigi Borbone, Online Design Studio

Prototyping con il Master in Fashion and Design Management

Con il Master in Fashion and Design Management approfondiremo alcuni aspetti pratici dell’industria della Moda e del Lusso. In collaborazione con la Maison Luigi Borbone, Brand simbolo dell’eccellenza manifatturiera italiana, apprenderemo attraverso una serie di corsi “In House” le fasi fondamentali della produzione in Alta Moda.

Durante la prossima lezione capiremo di più sulla fase di Prototyping.

I campioni sono il cuore della produzione di abbigliamento. Compongono la collezione, portano alla vestibilità perfetta, istruiscono la produzione ed evidenziano i pezzi forti della collezione che si riflettono in affari. Probabilmente, i prototipi sono anche la parte più essenziale della produzione di abbigliamento. 

Ma come si fa a crearne uno, quali sono esattamente i tipi di campioni e come vengono utilizzati?

Il primo campione è il Prototipo! Come creare un prototipo perfetto?

1. Determina la dimensione dei tuoi campioni.

Chiediti per cosa verranno utilizzati i tuoi campioni. Forse come strumento di vendita, per servizi fotografici o una sfilata di solito è la prima risposta. Molto probabilmente saranno anche usati per la tua prima prova, il che significa che vorrai che il tuo campione abbia una taglia che può essere logicamente graduata per ottenere una buona vestibilità in tutte le taglie desiderate.

2. Comprendi le misure del corpo del tuo campione.

Queste misure non sono necessariamente le stesse delle specifiche dei tuoi vestiti, ma sapere come misura il corpo sotto i tuoi modelli ti darà un’idea migliore di quale dovrebbe essere la misura di un abbigliamento comune. È anche importante capire che non tutti gli indumenti di taglia 6 si adattano allo stesso modo, quindi comprendere la definizione del tuo marchio di quella taglia è importante anche per l’identità del tuo brand.

3. Creare uno schizzo piatto.

Questo è anche noto come disegno tecnico o semplicemente, sketch. Un buono schizzo piatto ha linee semplici, senza ombreggiature o colorazioni e può essere eseguito a mano o con Adobe Illustrator. È importante avere un contorno chiaro della tua silhouette come se fosse distesa. È quindi possibile aggiungere una linea continua in qualsiasi punto in cui è presente una cucitura e rappresentare tutte le cuciture con linee tratteggiate, zigzag o altri rendering di punti specifici. I modellisti usano questi rendering per creare i modelli, quindi le linee semplici piuttosto che stilizzate sono sempre le migliori.

4. Fornire le specifiche iniziali.

Le specifiche sono le misure di un capo disposte in una tabella di facile lettura. Per la maggior parte, un modellista avrà bisogno delle specifiche di base come la lunghezza del corpo, la circonferenza dello sweep, la spalla, la lunghezza delle maniche, ecc. Questo è quando conoscere le misure del corpo della dimensione del campione sarà utile. Assicurati di annotare eventuali posizionamenti di finiture o abbellimenti. È anche utile capire le qualità del tuo tessuto e come elasticità, spessore e drappeggio perché queste influenzeranno il tuo capo e quindi le tue misure.

5. Organizza tutto il tessuto e le finiture.

Per evitare errori, è essenziale fornire alla tua sala campioni tutte le forniture necessarie per il tuo capo in modo organizzato e facile da seguire.

Hai completato il tuo prototipo, quindi qual è il passo successivo?

Scopri di più con Luigi Borbone!

Richiedi informazioni