Camilla Carrega

Coffee Break con Camilla Carrega, docente del Master in Food and Beverage Management e Tourism Management

Nome: Camilla

Cognome: Carrega Bertolini

Materia e corsi: Direttore del programma del Master in Food and Beverage Management e Tourism Management

BIO

Imprenditrice nell’industria vinicola, Foodtrotter, Wine Taster, docente del master in Food & Beverage Management and Tourism Management – “Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei” questo è il motto di Camilla che si è laureata presso l’Università di Firenze in Viticoltura ed enologia, specializzandosi in quest’ultima. Camilla è stata la coordinatrice accademica degli Studi enogastronomici di Apicius – International School of Hospitality di Firenze e dell’Accademia del Gambero Rosso nella sua sede di Roma. Promuove lo stile di vita e la cultura italiana nel mondo attraverso l’enogastronomia del nostro territorio, collaborando con istituzioni internazionali come la fondazione James Beard NY e diverse università americane. Camilla è Mentor per StartupbootcampFoodTech, il principale acceleratore di startup di innovazione dell’industria alimentare. Qui lavora come guida per tutto ciò che riguarda la gestione e lo sviluppo integrato del settore agroalimentare, modelli di business e istruzione internazionale. Oggi Camilla è CEO della Volognano Agricultural Company, consulente specializzata in alimenti e bevande per la comunicazione strategica e le relazioni con i media, dove sviluppa e applica modelli di accelerazione aziendale su misura e piani per la gestione dei momenti di crisi. È inoltre docente di varie università italiane e internazionali di materie relative al management di Food and Beverage, Comunicazione, Strategia e Direttrice del Master in Food and Beverage Management e Tourism Management presso Rome Business School.

Quando hai scoperto di voler diventare un insegnante? Quando ero all’università, ho sentito il bisogno di comunicare e stimolare gli altri attraverso ciò che stavo studiando.

Quali strategie o tecniche di insegnamento usi abitualmente?  “Learning by doing” fornisco sempre esempi pratici durante le mie lezioni.

Quali sono le 3 competenze fondamentali che un lavoratore dovrebbe avere per avere successo nella sua futura carriera? Comunicazione e capacità di aiutare gli altri a comprendere le loro opportunità future.

Quale suggerimento vorresti dare ai tuoi studenti per ottenere il massimo dalla loro esperienza educativa? Ascoltare e seguire il cuore nel momento io cui è necessario prendere delle decisioni sul proprio futuro.

Secondo te, quali sono le 3 caratteristiche principali che un manager di successo dovrebbe avere?Passione, capacità di Networking e determinazione.

Hai un mentore? Se si, chi? Paolo Cuccia, presidente del Gambero Rosso ed Antonio Ragusa, hanno sempre creduto in me sin dall’inizio del mio percorso professionale.

La lezione più importante che hai imparato durante il tuo percorso professionale. Tutto è possibile, specialmente se c’è un grande team che lavora dietro qualsiasi progetto.

Cosa vorresti cambiare di te? Spesso ho troppe aspettative ed ogni tanto questo modo di pensare genera stress.

Cosa stai facendo per cambiare il mondo? Sono appassionato di progetti di solidarietà che credo possano contribuire a rendere il mondo un posto migliore.

Top 3 delle città da visitare: Roma, Chicago, Tokyo.

Cosa ti piace di più di Roma? Mi piace tutto di Roma.

3 libri da leggere … Homo Sapiens – Harari, I piaceri della tavola – Anthelme Brillat-Savarin, Artusi – La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene.

Qual è il tuo cibo italiano preferito? Mi piace tutto.

Hai un soprannome? Cami.

Quali sono i tuoi interessi e hobby? Equitazione e cultura.

Quali sono le tue debolezze? Sono troppo esigente.

La cosa più folle che tu abbia mai fatto … Andare a lavorare in un’azienda vinicola in Sudafrica.

Il giorno più felice della tua vita … Quando ho avuto il mio primo bicchiere di vino.

Cosa ti fa arrabbiare? Approssimazione.

Cosa ti mette in imbarazzo? Questa è una domanda difficile, non posso davvero rispondere.

Definisci felicità! Andare a letto tutte le sere senza rimpianti.